IL CASO DELL'INGREDIENTE SCOMPARSO - TORTA AL CIOCCOLATO E MERINGA AL CACAO (con soli albumi)




Se questo fosse un romanzo giallo, ci sarebbe sicuramente un ispettore, giunto appositamente per interrogarmi su che fine abbiano fatto alcuni ingredienti mancanti, che NON ho utilizzato nella crostata di settimana scorsa.

C'è infatti un ingrediente "base" che è stato sì utilizzato, ma non in tutte le sue parti.
Sissignore! Sto parlando dell'uovo.

Possono essere finiti nel cestino dell'immondizia?
Nossignore! Come potrei sprecare inavvertitamente o, ancor peggio, volutamente, degli albumi?
Io che li uso per le omelette salva cena!
Per le meringhe (che messe nel piattino del caffè, fanno sempre la loro porca figura).
Li uso persino per la pastella dei fritti, io!!

Ecco, la verità è che li ho conservati e, a distanza di pochissimi giorni, ho buttato giù questa torta diversamente leggera (nel senso che la mancanza del tuorlo alleggerisce - e va bene - poi però ho compensato con cioccolato, zucchero, cacao e burro).







TORTA MERINGATA AL CIOCCOLATO (con soli albumi)
Per una tortiera da 24 cm di diametro

INGREDIENTI:

Per la torta (ricetta presa dal sito hovogliadidolce.it):
  • 130 gr di farina 00
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 80 gr di burro
  • 130 gr di zucchero semolato
  • 6 albumi (circa 35 gr cad.)
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino e mezzo di lievito per dolci

Per la meringa:
  • 3 albumi
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • 2 cucchiaini di cacao
  • 40 gr di cioccolato fondente

PROCEDIMENTO:
Sciogliere il cioccolato fondente a bagno maria o al microonde, insieme al burro.
Nel frattempo montare a neve i bianchi d'uovo con un pizzico di sale.
Quando iniziano ad essere morbidi, unire lo zucchero a pioggia.
Continuare a montare finchè il composto non è  montato a neve ferma.
Ora, alla velocità minima, iniziare ad aggiungere la farina (già setacciata).
Poi unire il cioccolato ed il burro che ormai si saranno già intiepiditi - quasi raffreddati - e continuare a mescolare sempre a velocità minima.
Infornare a 180° per mezz'ora; poi proseguire la cottura a 170° per altri 10 minuti (l'unica variante che ho apportato rispetto alla torta del sito hovogliadidolce.it sta proprio nella temperatura e nei tempi di cottura...riadattati sulla base del mio forno).

Prima che sia finita la cottura della torta, occorre anche preparare la meringa.
Montare gli albumi a neve.
Prima che diventino troppo asciutti, unire anche lo zucchero poco a poco.
Continuare a montare per un paio di minuti, fino ad ottenere una meringa bianca, densa e lucida.
Unire anche l'amido di mais, il cacao e il cioccolato fondente già fatto sciogliere a bagnomaria.
Mescolare il necessario affinchè la meringa sia ben amalgamata.

Allo scadere della cottura della torta, prelevarla dal forno, abbassare quindi la temperatura di questo a 60°.
Versare la meringa sulla torta, livellare velocemente con un cucchiaio , e rimettere in formo.
Proseguire la cottura per circa altri 7 minuti.










Se questo fosse un romanzo giallo, le piccole forchette da dolce sarebbero le armi del delitto ed io verrei immediatamente incolpata per l'eccessiva ingordigia, senza possibilità di scagionamento, perchè - si sa - non sono solo una golosa occasionale.

THE END.


Selena



Commenti